Val d'Elsa in Toscana
Ente Cambiano

Storia

Montaione

Comune nella Provincia di Firenze e nella Regione Toscana, si trova nella valle formata dal fiume Elsa ed è ubicata a circa 35 Km (22 miglia), a sud-ovest di Firenze. Include i castelli di Iano, Camporena, Vignale, Collegalli, Figline (o Filicaja), Barbialla, Castelfalfi, Tonda, Sughera, Scopeto. La "frazione" Filicaja è famosa per essere stata il luogo dal quale Antonio da Filicaja dette inizio alla conquista di Pisa per conto dell’esercito fiorentino, nel 1509. Inoltre la "Associazione Italiana per la Protezione dei Cavalli" (IHP), ha la base principale in Montaione, Frazione Filicaja. Da segnalare in Montaione la chiesa di "San Regolo" nella quale è conservata la "Madonna del Buonconsiglio" del pittore Guido di Graziano (fine del secolo XIII).

Mostra tutto Info

Indagine

Storico Artistica

Castelfalfi

Castelfalfi Mostra posizione

UBICAZIONE: all’estremo limite occidentale del centro residenziale-alberghiero chiamato Borgo di Castelfalfi, sulla strada che proviene da San Gimignano, passando da Camporbiano, Il Castagno d'Elsa e San Vivaldo.
CENNI STORICI: nel luogo in cui si trova Castelfalfi vi sarebbe stato un fortilizio bizantino, passato, nel VI secolo, ai Longobardi che lo modificarono e l’ampliarono dandogli il nome di Castel Faolfi in onore di un leggendario personaggio.
Il castello in esame fu, poi, dei della Gherardesca e quindi di un certo Ranieri che nel 1139 ne cedette una parte al Vescovo di Volterra. Nel 1230 lo stesso castello si sottomise a San Miniato, pur mantenendo una certa autonomia dalla quale derivò il libero Comune nel 1312. Come tale attaccò con successo le truppe imperiali di Enrico VII.
Nel 1554 Castelfalfi fu gravemente danneggiato dagli uomini di Piero Strozzi, venne ricostruito e trasformato in villa dalla famiglia Biondi che, nell’800, dette vita a una fiorente fattoria.
DESCRIZIONE: imponente complesso edilizio interamente in pietra, costituito da un corpo di fabbrica centrale e da due alti torrioni laterali. Alla base del complesso una cinta muraria con bastioni semicircolari. Unito al castello, sul lato orientale, si estende il citato Borgo di Castelfalfi.

Mostra tutto
Il Muraccio

Il Muraccio Mostra posizione

UBICAZIONE: all’estremo limite occidentale del centro residenziale-alberghiero chiamato Borgo di Castelfalfi, sulla strada che proviene da San Gimignano, passando da Camporbiano, Il Castagno d'Elsa, Boscotondo, Gambassi Terme e San Vivaldo.
CENNI STORICI: in una zona abitata fin dall’epoca etrusca, venne costruita, probabilmente nel III secolo d.C., una grande cisterna in muratura, composta da tre vasche collegate tra loro, per la raccolta dell’acqua di alcune sorgenti che si trovavano nel vicino Poggio all’Aglione.
L’acqua raccolta doveva essere utilizzata dagli abitanti di una grande villa romana posta immediatamente a nord della suddetta cisterna, rimasta in funzione per un tempo indeterminato, si può ritenere fino a quando fu abitata la supposta villa, forse demolita per utilizzarne il materiale nella costruzione di altri fabbricati.
DESCRIZIONE: compongono la cisterna in esame tre vasche rettangolari in opera cementizia, come è stato detto collegate tra loro, con una capacità complessiva di circa 200.000 litri di acqua. Le vasche, perfettamente intonacate all’interno, erano coperte da una volta a botte, oggi non più esistente.
In stato di abbandono per secoli e ridotte in pessime condizioni, tanto da essere definite genericamente “Il Muraccio”, le ripetute vasche sono state oggetto di un attento restauro e di un’ambientazione adeguata al loro valore archeologico.

Mostra tutto
San Vivaldo

San Vivaldo Mostra posizione

UBICAZIONE: in mezzo a un bosco attraversato da una deviazione, a sinistra, della strada che conduce da Montaione a San Gimignano, passando da Il Castagno d'Elsa e Camporbiano.
CENNI STORICI: realizzate agli inizi del '500, le 34 “Cappelle del Sacro Monte” o “Gerusalemme in Toscana”, furono consacrate nel 1515 e in seguito ridotte di numero.
DESCRIZIONE: oggi rimangono 17 cappelle contenenti gruppi in terracotta di scuola robbiana (Giovanni della Robbia e Benedetto Buglioni), che raccontano episodi della vita di Cristo, con particolare riferimento agli ultimi anni di vita ed alla salita al calvario.

Mostra tutto
Santuario della Pietrina

Santuario della Pietrina Mostra posizione

UBICAZIONE: in mezzo ai ruderi del Castello della Pietrina, su una deviazione, a sinistra, della strada di collegamento locale che conduce da Montaione alla località Palagio, passando per Iano.
CENNI STORICI: risale al 1234 la prima notizia sull’esistenza di una chiesetta dedicata ai Santi Andrea e Agata nell’ambito del citato castello della Pietrina. Dopo la trasformazione in santuario, l’edificio di culto subì un lento degrado fino a un intervento riparatore avvenuto nel XIX secolo e ripetuto nel successivo.
DESCRIZIONE: del fabbricato in esame è visibile soltanto la facciata coperta in buona parte da intonaco, sotto al quale si intravedono le pietre e i mattoni che costituiscono la struttura di base. Al centro una porta d’ingresso, con architrave e rosone soprastante, nonché due finestre laterali tamponate e un campanile a vela nella parte superiore.

Mostra tutto
Vignale Vecchio

Vignale Vecchio Mostra posizione

UBICAZIONE: in posizione isolata, su una deviazione, a destra, della strada che conduce da Montaione a Iano, passando da San Vivaldo.
CENNI STORICI: il primo documento che attesta l’esistenza del castello di Vignale è un diploma dell’Imperatore Federico I Barbarossa, emesso nel 1161, per motivi non molto chiari. Un secondo documento, emesso nel 1186, è dell’imperatore Enrico VI e riguarda la donazione di metà del castello di Vignale al Vescovo di Volterra. Altri documenti sono del 1209, del 1240, del 1338, del 1355 e del 1426. Segue un lungo silenzio dovuto ad una fase decadente, confermata dalla nascita di un vicino Vignale Nuovo.
Tuttavia, Vignale Vecchio sopravvisse fino al XX secolo, quando venne completamente abbandonato.
DESCRIZIONE: i resti dell’antico borgo‐castello sono costituiti da muri diroccati, costruiti con pietre e mattoni, con tracce di finestre e muri a scarpa.

Mostra tutto
San Floriano a Castelfalfi

San Floriano a Castelfalfi Mostra posizione

UBICAZIONE: in posizione isolata, nei pressi del centro abitato di Castelfalfi, sulla strada che provenendo da San Gimignano, passa da Camporbiano, Il Castagno d'Elsa e San Vivaldo.
CENNI STORICI: la chiesa in esame fu realizzata agli inizi del '500, nel borgo in cui si trovava un edificio di culto distrutto per eventi bellici.
La nuova costruzione, simile alla precedente, della quale venne usato il materiale disponibile, ebbe l’aggiunta di un loggiato, demolito nel XX secolo perché non in carattere con l’architettura medievale.
DESCRIZIONE: fabbricato dall’aspetto medievale, con pietre squadrate e allineate. Facciata semplice, arricchita da un bel portale e preceduta da un’ampia scalinata. Sulla destra una torre campanaria di ottima fattura.

Mostra tutto

Montaione

Info

Photogallery

#instavaldelsa

Vogliamo far conoscere la Valdelsa attraverso il tuo punto di vista! Mostraci con il tuo smartphone come vedi il nostro territorio pubblicando foto sul tuo profilo Instagram usando l'hashtag #instavaldelsa. Le più significative verranno selezionate e pubblicate sull’account ufficiale @valdelsaintoscana.

Un grazie infinito a  @blackcat83 per questo splendido particolare di una delle chiese romaniche più belle della provincia senese ・・・
Particolare della porta dell'Abbazia di Santa Maria Assunta a Coneo, nei pressi di Colle Val d'Elsa.

Le prime notizie sono dell’anno 1061, come edificio di culto appartenente all’Ordine Vallombrosano, ma la consacrazione ufficiale della chiesa è del 1123.
L’importanza dell’Abbazia di Coneo fu dovuta al patronato di nobili famiglie, tra le quali i signori di Picchena. Poi vi fu la decadenza e i restauri del XVIII secolo.

Fonte: www.valdelsaintoscana.it @valdelsaintoscana ·
·
·
#valdelsaintoscana 
#aroundsiena #betuscan #coneo 
#collevaldelsa #instavaldelsa #benistorici #beniculturali #architettura #storia #tuscany #toscana #valdelsa #discovertuscany #igerstoscana #instatuscany #volgotoscana #tuscanygram #tuscanybuzz #aroundsiena #vivotoscana #photooftheday #architecture #toskana #igerssiena #museide #beniculturali30 #romanicart #chiesaUn ringraziamento a  @visitmontaione per questo splendido scatto di San Vivaldo
・・・
The #church of #sanvivaldo ⛪️❤️
.
.
#tuscany #valdelsaintoscana #instavaldelsa #sanvivaldo #chiese #church #toscana #toskana #tuscany #aroundsiena #betuscan #igerstoscana #ig_toscana_ #toscanaamoremio #shareyoutuscanyPanorama di Barberino con particolare sulla chiesa di San Bartolomeo

Grazie a  @poppi7364 per questo scatto
・・・
#barberinovaldelsa #valdelsaintoscana #valdelsa
#aroundsiena #betuscan #discovertuscany #igerstoscana #ig_toscana #shareyourtuscany #instavaldelsa #volgotoscanaGrazie a @portanova_hosteria_enoteca per averci permesso il Repost ・・・
#valdelsaintoscana 📖 #ConosciColle 📖 Il Palazzo dei Priori ha una struttura risalente al XIII, XIV secolo e una facciata con elementi decorativi affrescati. Dopo vari interventi di restauro ospita il Museo civico e d'arte sacra, a cui si accede da una scala laterale. Il Museo ospita opere di Simone Ferri, Rutilio Manetti, Girolamo Genga, Pier Francesco Fiorentino, Antonio Tempesti e altri che vanno dal XIII secolo fino al secolo scorso. Di particolare interesse il busto marmoreo di Lorenzo Usimbardi, opera di Felice Palma (XVII secolo).
.
. 
#palazzodeipriori  #instavaldelsa #collevaldelsa #aroundsiena #belmicolle #chianticlassico #piazzaarnolfo #cucinatoscana #toskana #collealta #valdelsa #colledivaldelsa #valdelsaintoscana #toscana #tuscany #collevaldelsa #siena #firenze #florence #cittadelcristallo #fiumeelsa #toscanaamoremio #certaldo #toscana_in #tuscanybuzz #igerstoscana #discovertuscany #betuscan #borghitoscaniRipostiamo sempre con molto piacere le foto del nostro caro amico @massimiliano_nardozza
・・・
la natura e l'uomo possono ancora convivere in pace, volendo!

#valdelsaintoscana #instavaldelsa 
#collevaldelsa #toscana #tuscany  #sunset #relax #skyline #medioevo #rinascita #aroundsiena #cittadelcristallo #betuscan #instavaldelsa #toscana_in #shareyourtuscany #like4like #tuscanybuzzPubblichiamo con molto piacere lo scatto di @s.scinic Complimenti !!!!
・・・
Some weeks ago we went to #Certaldo, a beautiful and charming village in Tuscany.
This is the place where the famous Italian writer, Boccaccio was born.
⏬
⏬
Read about it on my blog ➡ Viaggi che mangi - Eat That Trip! (Link in bio)

#valdelsaintoscana  #instavaldelsa #certaldoalto #aroundsiena  #betuscan #discovertuscany 
#igerstoscana #bellezzedellatoscana #toscana #volgofirenze #shareyourtuscany #tuscanylandscape #valdelsa #toskana #yallersitalia #ig_italia #borghiditalia #autunnoneiborghi2017 #italia_inunoscatto #italiastyle20 #tuscany #tuscanygram #travelblogger #viaggichemangi #traveldrops #yallersworld #map_of_europeUn bellissimo scatto di @ely_betty65 su piazza Arnolfo. Complimenti!
・・・
#colledivaldelsa #piazza #arnolfo #valdelsaintoscana #aroundsiena #betuscan #toscana_super_pics #toscanatour. #igerstoscana #volgosiena #shareyourtuscanyRiproponiamo lo splendido scatto di @aurihelenpaiva che ci mostra un luogo che vale la pena visitare: le Caldane di Gracciano
・・・
Che favola #valdelsaintoscana #instavaldelsa #siena #lecaldane #toscana #italia #collevaldelsa #aroundsiena #betuscan #discovertuscany #igerssiena #collevaldelsa #shareyourtuscanyRipostiamo con molto piacere lo scatto di  @asdrubale75 che impreziosisce la nostra galleria.
・・・
Casa d'Arnolfo di Cambio. 
#valdelsaintoscana #instavaldelsa #colledivaldelsa #igerscolledivaldelsa #valdelsa #aroundsiena #betuscan #igerssiena #ig_siena_ #discovertuscany #siena #shareyourtuscany #toscana #toskana #igersitalia #italia #borghimedievali #borgo #volgosiena #tuscanybuzzCon molto piacere ripostiamo questo scatto della nostra amica @stefy_82_ ・・・
Vista dalla torre della casa di Boccaccio... #valdelsaintoscana #instavaldelsa #certaldo #certaldoalto #boccaccio #aroundsiena #betuscan #discovertuscany #toscana #tuscany #toskana #toscana_amoremio #igerstoscana #likes_toscana #vivotoscana #tuscanybuzz #reportage_toscana #life_toscana #tuscanygram #igersitalia #volgotoscana #volgofirenze  #like4follow #loves_toscana